LIBRI NEL VENTO

Dalla MICHELANGELO di BAGNOLI libri nel vento

torna agli eventi

  Laura cuce dopo un gran lavorio in classe ed un sacco di bellissime storie affidate al vento. La bella SILVIA, invidiosa dei ragazzi della Michelangelo ha voluto fortemente fare la sua parte. Sarà Silvia a diffondere tutti i pensieri positivi dei suoi amici e si farà aiutare dal potente vento del Golfo e dal profumo delle genti che adesso solo lei riesce a sentire.

 

Quelli che seguono sono i sogni dei ragazzi. Aurora è riuscita a farli scrivere, scusate le parole, ma cercate di vedere oltre ..... più avanti.... più dentro..... ecco! Loro, i ragazzi di Bagnoli sono così e si fidano del vento

 

Vorrei essere una persona sempre… Vorrei diventare…
Sono una persona socievole mi piace stare in compagnia e sono sempre disponibile con quelli che se lo meritano, alcune volte però sono troppo buono e questa cosa si rivolta verso di me. Io ho un carattere particolare: a me bisogna sapermi prendere dal lato giusto altrimenti in un attimo ti odio senza nemmeno conoscerti, infatti quasi nessuno sa il mio vero carattere, alcune volte mi dicono “Chi ti capisce…” e gli rispondo “Solo le persone che io voglio che mi capiscano…”. Anche la professoressa di italiano vede che io anche nei tema non apro più di tanto i miei diciamo “sentimenti”, e anche il professore di musica mi ha detto che io davo l’impressione di essere freddo e distaccato.
Io queste due cose so che sono vere perché non mi faccio coinvolgere più di tanto anche nelle cose della classe ad esempio in una discussione su quello che succede di qualunque cosa si tratti io non mi faccio coinvolgere più di tanto. So che questa particolarità, sempre se si può chiamare così, non è una buona cosa anche per il futuro ma vedrò di rimediare; io con pochissime persone riesco ad esternare i miei sentimenti, con i miei amici che ormai conosco da otto anni, riesco ad esternare solo i “sentimenti” più banali; io vorrei cambiare qualche mio modo di fare o di essere perché mi rendo conto che non sono belli i miei modi di fare, ad esempio in classe, quando una certa persona parla sempre dopo un po’ mi viene spontaneo dirle “Stai un poco zitta…” perché dopo un po’ scoccia e anche alle altre non solo lei, ma questo non c’entra. Io ho anche modi belli che logicamente voi non sapete, per questo se io dovessi cambiare un pochino non vorrei mai diventare una persona troppo diversa da come sono adesso.

                                                                                                   Andrea

 

 

Vorrei essere sempre… Vorrei diventare una persona…
Sa perché ritengo questo tema troppo difficile? Perché la traccia è troppo semplice. Io parlo sempre del mio futuro come una sorpresa, perche voglio che sia così. Magari da grande sarò totalmente diversa nell’ aspetto e nelle idee: potrei essere alta, supermagra, bella da morire ed essere un avvocato ricercato da tutti i politici. Avere un marito che faccia tutto ciò che chiedo e chiamare i miei figli come ho sempre voluto o forse sarò una grassona che si farà portare le bollette dal pizzaiolo di fronte e vivrò con metà dello stipendio di mio fratello che verrà graffiato dai ventisette gatti che vivranno con e su me e la mia poltrona e la tv alla quale andrà data una botta all’antenna… Da grande mi piacerebbe restare la persona che sono nel senso di solarità, che anche quando c’è un problema, si risolve sorridendo al lato positivo. Mi piacerebbe non perdere la mia spensieratezza, quella che non mi fa vergognare di prendere una caduta, quella che mi porta a seguire i cartoni animati e ricordare tutte le sigle, quella che mi fa sentire una “piena di risorse”, quando mi siedo a terra perché non c’è posto o semplicemente perché mi va. Mi piacerebbe non perdere la costanza e l’ impegno che ci metto in tutto ciò che faccio, che mi piaccia o no, che sia semplice o faticoso, che possa essere fare pipì o fare karate. Ecco che ora tocchiamo un argomento delicato. A volte, mentre cammino per strada, penso a cosa potrei fare da grande e spesso sono portata a distogliere il pensiero perché due pensieri orribili mi attraversano la mente: il karate o la musica. E lo studio? Quale sarà la mia strada? Dovrò rinunciare a qualcosa? E come oserei? Come potrei mai troncare la mia voglia d’ imparare, o i brividi che mi vengono suonando, o l’ energia che si materializza anche solo pensando al mio corpo in contrazione? La verità è che non mi piace pensare al futuro, perché non voglio arrivare ad averne paura. So cosa voglio restare, ma non so cosa voglio diventare, e mi va bene così. Mi va bene vivere il presente. In un film c’è una frase che dice:”Ci sono solo due giorni a cui non penso mai: ieri e domani”. Ecco. Penso di aver espresso il concetto.  

                                                                                      Camilla   

 

 

 Come vorrei essere… Come vorrei diventare…
 
Da grande io vorrò essere una persona altruista, che possa fare del bene alle persone, magari aiutare Napoli e la gente che ci vive…Vorrei diventare una persona che lavora e che ha famiglia, ma anche che combatte, infatti penso che non vorrei mai perdere la mia tenacia e il fatto che non mollo mai che non mi abbandono… Come ho fatto quando ho cercato di unire la classe perché divisa in più gruppi. Adesso io sto lottando ancora, anche se sotto copertura, perché io Carolina non mollo mai e poi mai. Ritornando al futuro direi che vorrei restare una persona audace, che mai si ferma all’apparenza, che subito si fida, che prende subito in simpatia la gente… Sapermi far conoscere, farmi apprezzare. E vorrei tenere i miei capelli…il colore e la liscezza!   

                                                                                           Carolina

 

 

Come vorrei diventare…
Caratterialmente io vorrei rimanere cosi: simpatico, gentile, solo che vorrei maturare di più, perché ora sono un po’ timido e per parlare e prendere la confidenza ci metto un bel po’, come a scuola per parlare un po’ ci ho messo circa un anno e mezzo. Invece adesso sono molto più sciolto, e vorrei che quando crescerò questa timidezza potesse scomparire e sarò un po’ più “attivo” e poi magari vorrei diventare sempre più intelligente perché nella vita serve, perché senza intelligenza non credo che potrò avere un lavoro decente. Una cosa che ho e che vorrei conservare è la mia gentilezza e il fatto di non essere violento (tranne in casi necessari) e per il resto va bene come sono e del mio carattere rimprovero solo la mia timidezza.
Io però ho paura di una cosa, cioè che tutte queste cose positive possano diventare negative e da ragazzo possa fare delle stupidaggini, ma credo che questo non possa succedere perché fin da piccolo ho avuto una buona educazione, quindi riassumendo tutto vorrei che quando sarò grande il mio carattere rimanesse uguale.

                                                                                                          Enrico

 

 

Come persona io mi piaccio così come sono: pieno di difetti come tutti.
Non mi piacerebbe essere nessuno perche mi piaccio così come sono, anche se molte cose di me le vorrei cambiare, perché andrebbero cambiate, come il fatto che sono insistente su molte cose anche se da un punto di vista è una cosa positiva, perché significa che se io ho ragione non voglio sapere niente e insisto fino a quando la ragione non mi viene accordata, però purtroppo molte volte esagero un po’.
Una cosa che di me piace è soprattutto il fatto che non mi faccio condizionare, cioè se una persona mi dice che io sono cattivo o che sono antipatico o che un vestito mi sta male a me non interessa e questa caratteristica di carattere la vorrei tenere al più lungo possibile, perché non è un difetto. Alcune volte mi è stato chiesto da amici “A chi vorresti assomigliare?” e io rispondo: “A nessuno”, mentre molti amici miei dicono: “Io vorrei assomigliare a un’altra persona” e questa cosa la trovo sbagliata, perché ognuno si deve accettare così come è.
Nessuno sa come io cerco di non cambiare e se succede qualcosa, ad esempio viene un mio amico dopo chiedo agli altri amici se in quella giornata mi sono comportato diversamente dal solito e se loro mi dicono che mi sono comportato come sempre io sono contento, altrimenti se dicono l’opposto io invito di nuovo il mio amico, ma mi comporto differentemente.
Non vorrei essere nessuno, ma solo mantenere la mia personalità.

Giampiero

 

 

Vorrei essere sempre… Vorrei diventare…
Da grande non so se vorrò cambiare qualcosa di me, perché per ora mi va bene come sono e penso che anche ad altre persone piaccio. Ho alcuni lati positivi tipo: socievole, rispettoso, altruista, educato, faccio di tutto e di più per amici e familiari, ad esempio se hanno problemi gli dico sempre che possono contare su di me. Nessuna persona è perfetta e quindi anche io ho dei difetti: sono testardo, non riesco a fermarmi quando mi si dice, per esempio in classe, di fermarmi. Quindi credo che abolendo questi difetti posso essere una persona migliore di come sono, però oltre a questo vorrei restare come sono.

                                                                                                 Giorgio

 

 

Vorrei essere sempre…Vorrei diventare una persona…
 
Eccomi qui, seduta sul divano, con lo sguardo perso tra i milioni di palazzi che circondano il mio balcone…Come voglio diventare e come voglio essere sempre??
Non ci avevo mai pensato…sto crescendo…cambierò fisicamente, emotivamente, modo di pensare, di affrontare la vita… potrò cambiare completamente, e tutto ciò che ora mi sembra importante potrà essere qualcosa di assolutamente inutile… finora, nella mia vita ho notato che esteriormente si cambia continuamente…una mattina dopo l’altra ti guardi allo specchio e sei sempre diverso dalla sera precedente… un’ espressione diversa, un sorriso nuovo; ma, quella persona allo specchio potrà cambiare continuamente, giorno dopo giorno, anno dopo anno, però, sarà sempre ed unicamente lei… non so cos’è, forse la cosiddetta anima, o forse semplicemente il modo di muovere le mani e di parlare…
In questo pochi anni della mia vita mi hanno sempre detto ed insegnato, di essere me stessa, di non farmi condizionare dagli altri…ma io chi sono??come sono fatta?
Non l’ho ancora ben capito… so che quando mi arrabbio scoppio in lacrime, che quando sono in ritardo vado in ansia, che spesso ho bisogno di un abbraccio o di un conforto, che quando mi rattristo poi tutta la giornata mi sembra orribile, che quando vedo una persona sorrido sempre, poiché credo che un sorriso fa bene a tutti, che mi piacciono le cose semplici, e mi piace scoprire la storia della mia famiglia, che adoro ascoltare le persone quando parlano e le loro voci, piango guardando un film, amo ballare, mi perdo tra le note di una canzone, mi piace viaggiare di notte guardando le stelle, cantare a squarciagola…ma nonostante ciò, non ho ancora ben capito io chi sono e come sono; sicuramente mi auguro che crescendo io continuerò a pensare solo ed unicamente con la mia testa, che continuerò ad avere degli amici, che non perderò la voglia di studiare, che non perderò nessun rapporto con persone a me care, che continuerò ad interessarmi agli altri, e a fare tutte quelle piccole cose che mi caratterizzano, che continuerò a credere nell’amore, e vorrei continuare a credere che la vita nonostante tutto è bella, e che è inutile vivere rincorrendo la felicità, perché è impossibile trovarla completamente, ed è proprio vivendo spensieratamente, senza pretendere di più che si trova il benessere.
Io spero che crescendo diventerò una persona più forte e sicura di me, che difenderò quello in cui credo, e che non mi farò mettere i piedi in testa da nessuno, che sarò una persona semplice ma allo stesso tempo utile alla società.
 

                                                                                              Sara D

 

 

Vorrei essere sempre… Vorrei diventare…
Il mio è un carattere un po’ difficile, anzi, io sono difficile, o meglio, il mondo è difficile! No, dai, in realtà è che sono proprio io che sono svariata, i miei modi di fare, il carattere, sono un po’ come dire…mi adatto alle varie situazioni. Del mio carattere, però, ci sono alcune cose che vorrei avere sempre (e che quindi già ho) ed altre che vorrei avere (che non ho…). Per esempio se per me ed il mio carattere si presentano situazioni difficili… Beh, noi le affrontiamo in modo forte, solare, diamo coraggio alle altre persone, è come se mi sentissi una cosa dentro che dice “Adesso è il momento di attaccare!” e io attacco.                                                          Non so se il mio è un carattere che piace a tutti, in alcune cose a me piace, solo che in altre… Beh, lo dico e lo dirò per il resto della mia vita, perché non credo che riuscirò a cambiare questa cosa, ecco, a volte io sono… lagnosa, si, lagnosa, ma dentro di me, purtroppo. Ho addirittura due lagnosità: quella felice e quella triste. Quella felice è la lagnosità che hanno quasi tutti e personalmente l’ attribuisco più ad un fatto di gioco, tipo le solite sciocchezze che si fanno quando una persona si annoia e vuole giocare… Ma la lagna triste, invece, è una cosa che non sopporto neanche io e vorrei tanto cambiare. E’ praticamente un senso di tristezza enorme interna che all’ improvviso esplode. Secondo me non è giusto cambiare carattere, ognuno ha il proprio, con le proprie particolarità che sono belle e brutte. Le persone devo accettare ogni persona per quello che è!!!

                                                                                                      Sara

 

 

Parla delle tue caratteristiche personali che vorresti conservare nella vita e di che persona vorresti diventare.
Nella mia vita sono sempre stata abituata ad essere una persona responsabile, matura a prendere delle responsabilità che delle ragazze alla mia età non dovrebbero avere, infatti negli ultimi periodi mi stanno facendo notare che il mio carattere sta cambiando… Prima ero una ragazza molto dolce, paziente, ed avevo molte cose che ora non ho più, e questa cosa mi fa restare molto male. Negli ultimi periodi sono diventata molto aggressiva e me la prendo con tutti anche con persone che non c’entrano, ma davvero non lo so spiegare il cambiamento del mio carattere, forse sarà perché sto incominciando ad annoiarmi di fare questa vita. Mi sto rendendo conto di quanto è diversa la mia vita da quella di altre ragazze e tutto ciò mi fa arrabbiare e mi fa diventare molto aggressiva nei confronti di altre persone che non c’entrano niente ma l’unica cosa che detesto del mio carattere è che non avendo qualcuno su cui contare mi affeziono subito alle persone e subito mi fido e sto notando che questa cosa è sbagliata perché poi va sempre a finire che per loro non conto come loro contavano per me. E quindi io spero solo che potrò diventare la Stefania di prima anche con persone a cui non voglio bene anche se per me la cosa fondamentale di una persona è l’onestà. Spero che questa qualità mi rimarrà anche se a volte dico delle bugie, ma solo se c’è un motivo valido anche se poi subito me ne pento però vorrei che almeno queste cose mi rimanessero.

                                                                                                Stefania

 

 

Vorrei essere sempre… Vorrei diventare…
Sono una persona leale e mi comporto sempre bene con i miei amici e i miei familiari e questo pregio non lo vorrei mai perdere. Purtroppo le persone hanno anche dei difetti, il mio difetto più grande è che sono orgoglioso e molto testardo, quando mi metto una cosa in testa quella deve essere. Le persone false non entreranno mai nella mia vita. Da grande vorrei essere una persona migliore che aiuti la famiglia e gli amici quando si troveranno in difficoltà quindi sapranno di contare su di me, spero di poter riuscire ad aiutarli.

                                                                                                     Stefano

 

 

Vorrei essere sempre…Vorrei diventare come…
Nella vita si cambia, si matura, si cresce, però ci sono cose che ognuno di noi non vorrebbe cambiare del proprio carattere. Per esempio io del mio carattere non vorrei cambiare quasi niente perché mi piace così com’è.
Forse posso sembrare presuntuosa nel dirlo, ma non è così.
Quello che più mi piace del mio carattere è il fatto che sono una persona molto sensibile, spesso mi preoccupo molto per gli altri. A volte questo è positivo ma come molto spesso accade le persone ne approfittano e ti usano. Però anche se molte volte ci sono rimasta male per qualche cosa che è successo, è un lato del mio carattere che non vorrei cambiare. Poi ci sono tante altre cose che non vorrei cambiare di me, come ad esempio il fatto di essere molto disponibile per gli altri, essere una persona forte.
Non sono orgogliosa e so perdonare le persone che mi fanno del male.
Sono convinta che queste cose mi porteranno qualche problema, più che problemi dispiaceri.
Concludendo voglio dire che in futuro spero di maturare per far sì che la mia aria di superiorità che molto spesso viene fuori, sparisca dal mio modo di fare, perché alla fine io so di non essere superiore a nessuno, come sanno tutte le persone che mi conoscono veramente.
 

                                                                                                      Susy

 

 

Vorrei essere sempre… Vorrei diventare…
Vorrei essere sempre una persona sempre rispettosa ed educata come mi hanno insegnato ad essere i miei genitori. Non vorrei mai tradire i miei principi che si baseranno sempre sul vivere correttamente. Vorrei essere sempre me stesso senza farmi condizionare dai comportamenti degli altri. Vorrei diventare un uomo che ragioni con la testa e che prenda sempre la decisione giusta. Vorrei seguire il passo del mondo e vorrei seguire sempre tutte le indicazioni e tutti i consigli che mi sono stati dati nel corso della mia vita.
                                                                                               Vincenzo

 

 

 

 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

                                                                 

 

 

 

Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.
Lo sfondo è un'opera di Mario Tata in esclusiva per librinelvento.it
realizzazione siti internet Matera